Logo Legambiente tondo giallo
Oria. Centro storico

Oria. Scorcio del centro storico (Foto G. Ponzini)

Chi siamo:

Il Circolo Legambiente "Piaroa" di Oria è attivo dal 1989.

Fin dalla sua fondazione aderisce a Legambiente, adottandone la tessera sociale.

Il nome del Circolo Piaroa è il nome di un popolo della foresta dell'Orinoco. La foresta è uno dei più grandi tesori mondiali di biodiversità, per le piante e gli animali che vivono in essa. Il popolo Piaroa è legato alla foresta attraverso tutta la sua cultura, e la sua stessa sopravvivenza ne è fortemente condizionata. La cultura Piaroa è stata studiata, negli anni '60-'70, dal prof. Giorgio Costanzo. Egli aveva notato, in questo popolo, oltre ad un profondo legame con la natura, l'assenza del "complesso della guerra". L'analisi antropologica aveva rilevato che i Piaroa non conoscevano alcuna forma di violenza, né tantomeno di guerra. Un popolo, dunque, che è simbolo vivente dell'ecologia e del pacifismo, valori ai quali Legambiente si ispira.

In Evidenza

Vogliamo ricordare l’artista Leonardo Vitale, che tante volte ha generosamente e con grande sensibilità collaborato alle attività del nostro Circolo, e che purtroppo è di recente tragicamente scomparso.

Aveva realizzato, ad esempio, il totem artigianale che utilizziamo da anni per la manifestazione Balconi Fioriti, e, lo scorso anno, il ritratto della Venerabile Madre Maria Nazarena Majone, poi collocato nella piazzetta a lei dedicata.

Note sul Castello di Oria

In questa pagina alcune note e documenti del Circolo "Piaroa" Legambiente in merito alla complessa vicenda relativa alla possibile riapertura al pubblico del Castello di Oria, sulla quale si è aperto un dibattito avviatosi dall'agosto 2020.

Da alcuni mesi siamo tornati a lavorare sulla questione Castello di Oria dopo cinque anni dalla fine del periodo di custodia giudiziaria gratuita terminato nel luglio 2015 con il dissequestro del monumento. Nell'agosto 2020, infatti, sono comparsi sulla stampa locale commenti circa una dichiarazione della Sindaca Maria Carone secondo cui il Castello sarebbe stato riaperto l'estate successiva, grazie ad una convenzione tra Comune di Oria e Borgo Ducale srl (proprietaria del Castello). Abbiamo subito preso una posizione attraverso un nostro documento, sia sollecitando la trasparenza e la democraticità della procedura da parte dell'Amministrazione Comunale e chiedendo espressamente la convocazione di una Conferenza di servizi, sia facendo notare i problemi insiti in una convenzione che, già dalle poche notizie emerse, appariva fortemente squilibrata a sfavore del Comune e contenente diversi punti quantomeno oscuri, a partire dalla richiesta di cambio di destinazione d'uso del Castello. In seguito alla pubblicazione del documento, l'Associazione Mente Civica ci ha chiesto un incontro. Abbiamo quindi congiuntamente chiesto un incontro alla Sindaca e al Consiglio Comunale. Tale incontro, nel corso del quale, pur ribadendo la nostra posizione favorevole all'apertura al pubblico del Castello, abbiamo rappresentato tutte le nostre perplessità circa quanto trapelato sulla convenzione e sul cambio di destinazione d'uso, si è svolto il 15 ottobre 2020, nella Sala Consiliare, con la partecipazione di alcuni membri delle due Associazioni, della Sindaca, di alcuni Assessori, di alcuni Consiglieri di maggioranza, di alcuni Consiglieri di opposizione. L'esito è stato peraltro solo una generica promessa di maggiore coinvolgimento della cittadinanza e delle Associazioni da parte dell'Amministrazione Comunale. Da allora non è accaduto nulla del genere. Subito dopo abbiamo deciso di fare formale richiesta di accesso atti. Abbiamo ricevuto una risposta solo ad inizio febbraio 2021. Ci è stato così consegnato il testo ufficiale della bozza di convenzione, ed i relativi elaborati grafici e progettuali relativi alla richiesta di cambio di destinazione d'uso (ma anche ad alcuni interventi di adeguamento, tra cui la realizzazione di un parcheggio di quasi 1.000 metri quadrati nel parco del Castello), sulla base dei quali è stato possibile svolgere una analisi approfondita che, a nostro parere, ha messo in luce molteplici criticità. Quindi abbiamo redatto un documento inviato al Comune di Oria, alla Soprintendenza per le Province di Lecce e Brindisi, all'Assessorato alla Cultura ed al Turismo della Regione Puglia e al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Brindisi. Al momento l'unica risposta è giunta dalla Soprintendenza. Recentemente il dibattito si è ulteriormente acceso anche in seguito ad interventi di politici, la Senatrice Margherita Corrado e il Consigliere Regionale Maurizio Bruno (con conseguenti echi sui media, soprattutto in relazione alla possibilità di dichiarazione di interesse eccezionale del Castello) e della stessa Borgo Ducale srl.

Riteniamo opportuno rendere pubblica la nostra posizione attraverso alcuni dei documenti e delle note che fin qui abbiamo redatto.

Segnaliamo che il 10/6/2021 abbiamo ottenuto riscontro di una seconda richiesta di accesso atti presentata il 18/5/2021.

Attualmente, stando a quanto riportato da organi di informazione, la trattativa tra Amministrazione Comunale e Borgo Ducale srl si sarebbe interrotta.

Comunicato con le nostre osservazioni circa le possibili ambiguità connesse alla eventuale dichiarazione di interesse eccezionale, che secondo alcuni porterebbe necessariamente alla riapertura del Castello, ed alle principali criticità connesse alla bozza di convenzione tra proprietà ed Amministrazione Comunale.

Nota apparsa su Lo Strillone News con il titolo  Castello di Oria, le osservazioni di Legambiente: “Vascello natante nell’aria o nella tempesta?”

Osservazioni redatte sulla base della documentazione ottenuta dopo richiesta di accesso atti presentata il 6/11/2020. Tali osservazioni sono state inviate via PEC al Comune di Oria, alla Soprintendenza per le Province di Lecce e Brindisi, all'Assessorato alla Cultura ed al Turismo della Regione Puglia e al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Brindisi.

21 NOVEMBRE 2020 FESTA DELL’ALBERO

 Pur con tutte le limitazioni imposte dall’attuale situazione sanitaria, la Festa dell’Albero mantiene il suo significato: l’impegno per gli alberi e per la natura non si ferma.Legambiente invita tutti noi a celebrare la Festa dell’Albero come dei VASI COMUNICANTI.

A Francavilla Fontana il nostro Circolo, insieme alle Associazioni ArmoniE e Le Muse, ha previsto la piantumazione di 5 essenze di ligustro variegato il 20 novembre alle ore 10, all’interno del progetto Alberi da NOTAre, con la presenza solo di alcuni soci. Il progetto, sostenuto dal CSV Brindisi Lecce e patrocinato dal Comune di Francavilla Fontana, si propone di richiamare l’attenzione sul profondo rapporto ALBERI-NATURA e MUSICA-CULTURA.

 Il progetto, nato alcuni mesi fa, è stato necessariamente modificato alla luce delle disposizioni del Dpcm del 3/11/2020. E così i concerti previsti in connessione alla messa a dimora dei ligustri sono rinviati a data successsiva. In quella data, probabilmente il giorno 11/12/2020, presso la sala Mogavero del Palazzo Imperiali di Francavilla Fontana si svolgeranno il concerto dedicato agli alberi del duo Antonio Magli (pianoforte) e Franco Zecchino (violoncello), e il concerto dell’ArmoniEensemble Guitar Trio, per il quale il compositore Alessandro Cerino realizzerà musica ispirata alla natura. Successivamente si spera di poter realizzare anche una manifestazione pubblica con l’apposizione di targhe ricordo sugli alberi.

Disegni di Ilaria Chiariello

Campagna END THE CAGE AGE

Una buona notizia per chi due anni fa aveva firmato con noi la petizione "End the cage age" per chiedere all'UE la fine dell'uso di gabbie per l'allevamento di animali a scopo alimentare.

A partire dal 2018 si erano impegnate 170 associazioni in tutta l'UE ( in Italia 21 tra cui Legambiente) per raccogliere 1.000.000 di firme.

Ne sono state raccolte 1.400.000 di cui 95.000 in Italia (circa 200 nel nostro circolo).

Ancora oggi in UE sono allevati in gabbia per tutta o parte della loro vita 300 milioni di animali ogni anno (galline, quaglie, scrofe, vitelli).

Finalmente, giovedì 15 aprile è avvenuta presso il Parlamento Europeo l'audizione dei rappresentanti delle associazioni promotrici (3 ore) con ottimi risultati di interesse e di impegni da parte dei parlamentari. Il prossimo passaggio, che, si spera, porterà risultati concreti, sarà presso la Commissione.

Nel frattempo Repubblica Ceca, Germania, Olanda, Belgio e Lussemburgo hanno già approvato leggi per limitare l'allevamento in gabbia.

News

Gazzetta del Mezzogiorno, 20 febbraio 2020

Settimana europea della mobilità (16-22 settembre 2019)

Analisi della mobilità sostenibile a Francavilla Fontana

FESTAQUILONI 2020 è stata annullata a causa delle disposizioni di contrasto alla pandemia di Covid-19



Da 30 anni il Circolo Piaroa organizza, ogni anno, FESTAQUILONI,

la Festa di primavera degli aquiloni tradizionali, per il recupero e la diffusione di un’abilità antica ma sempre attuale, che riguarda il rapporto tra essere umano ed elementi della natura.

CONCORSO STORIA DI ERRE

A causa delle disposizioni di contrasto alla pandemia di Covid-19 la cerimonia di premiazione del concorso Storia di Erre è stata rinviata a data da destinarsi, presumibilmente all'inizio dell'anno scolastico 2020-2021



La Festa dell'Albero

Puliamo il mondo 

Puliamoilmondo_2014

Il contributo del Circolo Legambiente "Piaroa" alla riqualificazione di una delle più caratteristiche salite alla cattedrale del centro storico oritano

Installazione di un corrimano in ferro lungo le scalinate che da Vico Cittadella portano a Piazza Cattedrale

Fin dalla metà di settembre 2013 il Circolo Piaroa aveva proposto all'Amministrazione Comunale di Oria un intervento di riqualificazione delle scalinate che da Vico Cittadella portano a Piazza Cattedrale, con l'installazione di un corrimano in ferro, a cura ed a spese del Circolo grazie al contributo volontario offerto da alcuni Soci. Trattandosi di un intervento nel centro storico si è ritenuto opportuno richiedere, tramite gli Uffici comunali, il parere della Soprintendenza per i Beni Culturali di Lecce, ottenendone il nulla-osta con parere favorevole (nulla-osta n. 7909 del 27 maggio 2014). Analogo nulla-osta è stato ottenuto dall'U.T.C. di Oria (nulla-osta n. 31/14 del 25 giugno 2014). Il corrimano, realizzato artigianalmente dal Socio Giuseppe Balestra, è stato installato alla fine del mese di luglio. Alla fine del mese di agosto, in concomitanza con la festa patronale, la ditta Flor F.lli Sagace ha accolto l'invito del Circolo Piaroa ed ha ulteriormente contribuito alla riqualificazione del percorso verso la Cattedrale con la piantumazione di alcune essenze nelle fioriere che fiancheggiano l'ultima rampa di scale. 

Corrimano e fioriere cattedrale

Purtroppo, però, c'è anche chi preferisce distruggere ciò che altri tentano di costruire. Atti vandalici senza senso, come quello di svellere a forza uno dei segmenti del corrimano. Qui il comunicato diramato dal Circolo Piaroa sulla vicenda (4/10/2014)

Vandalismo_vico_Cittadella.docx Vandalismo_vico_Cittadella.docx
Dimensione: 635,529 Kb
Tipo: docx

Oria

Centro Storico Sinfonico e Narrativo

il 16 agosto 2014 la serata organizzata dal Circolo Piaroa Legambiente

"La Puglia racconta e canta se stessa", serata ideata e realizzata dal Circolo Piaroa Legambiente di Oria nell'ambito del programma estivo Centro Storico Sinfonico e Narrativo (1-27 agosto 2014). 

Programma completo dell'iniziativa in formato pdf

CentroStoricoSinfonico.pdf CentroStoricoSinfonico.pdf
Dimensione: 6275,969 Kb
Tipo: pdf

Domenica 14 settembre una replica dell'intero programma del progetto

Replica centro storico sinfonico e narrativo

Le nostre attività

Il Circolo Legambiente "Piaroa" partecipa  a diverse delle campagne nazionali di Legambiente, con particolare continuità nel caso di Puliamo il mondo, della Festa dell'Albero e, in passato, di 100stradepergiocare. Promuove inoltre alcune iniziative proprie, qualcuna delle quali ha ormai una storia trentennale, come nel caso della Festa di primavera degli aquiloni (Festaquiloni e Scuolaquiloni), o della manifestazione Balconi Fioriti - Oria in Fiore. Fin dalla sua costituzione il Circolo ha dedicato particolare attenzione alle iniziative di educazione ambientale, anche con il coinvolgimento delle scuole del territorio. E, con le scuole, ha sviluppato diversi progetti, instaurando una collaborazione solida e duratura. Ha inoltre promosso e organizzato conferenze, dibattiti e incontri, anche in collaborazione con altre Associazioni. L'organizzazione di laboratori creativi ha rappresentato un importante momento di coinvolgimento e di partecipazione per Soci e simpatizzanti. Come nel caso della realizzazione di presepi a partire da materiale di recupero (contenitori in plastica, lattine di alluminio, carta e cartone) o in quello della realizzazione di spaventapasseri con cartelli contro l'abbandono indiscriminato di rifiuti lungo il ciglio delle strade extraurbane, da collocare strategicamente nella campagna oritana. Nell'elenco che segue i link alle pagine relative a ciascuna attività 

Concorso Fotografico Ravanello d'Oro

 Balconi Fioriti - Oria in Fiore

 Festaquiloni 

Puliamo il Mondo 

Festa dell'Albero

Salvalarte

Bimbimbici

100strade per giocare

Mal'Aria

Spiagge Pulite

Campagne di educazione ambientale

Campagne informative sull'agricoltura biologica

Laboratori creativi

Progetti in collaborazione con le scuole

In questo periodo di isolamento forzato ecco il nostro inno alla primavera: una visita guidata (sebbene virtuale) all’ambiente della salina dei “monaci di bevagna” sullo Ionio tarantino. Ed un percorso alla scoperta della flora del litorale ionico tra Torre delle Moline e Torre Colimena. Grazie alla disponibilità degli autori , ed alla collaborazione di Giuseppe Ponzini, mettiamo a disposizione di tutti una copia in PDF dei due volumi, Tra Sole e Sale  di Santina Lamusta e Domenico Nardone e Tra il Mare e il Ginepro di Domenico Nardone, ormai introvabili nell’edizione cartacea.

Potete scaricare gratuitamente i file.

Vi ricordiamo però che l’eventuale utilizzazione o diffusione del testo, in tutto o in parte, dovrà essere accompagnata dall’indicazione bibliografica completa (Autori, titolo, editore, anno di pubblicazione) e dall’indicazione di questo sito (www.legambienteoria.com)